Il generale Tullio Del Sette in visita a Palazzo dei Priori

Laura Ciulli

Viterbo – Il generale Tullio Del Sette, comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, in visita a Viterbo.

 

L’occasione è stata l’apertura degli incontri organizzati dall’Ancescao provinciale, in collaborazione con il Centro diocesano per la storia e la cultura religiosa di Viterbo, in  tutti i sabati del mese di ottobre,  per ricordare i cento anni della Grande Guerra.

Successivamente, accompagnato dal colonnello Giuseppe Palma, del Comando Provinciale di Viterbo ed alti ufficiali dell’Arma, ha visitato Palazzo dei Priori.

A riceverlo, il sindaco di Viterbo, Leonardo Michelini e l’assessore Raffaella Saraconi.

Si è soffermato ad ammirare la Sala Regia, affrescata da Baldassarre Croce verso la fine del Cinquecento, colpito dal soffitto, dipinto da Tarquinio Ligustri con castelli e terre  assoggettati a Viterbo.

È il sindaco Michelini ad illustrare al generale Del Sette, la Sala Rossa, ossia il suo ufficio. L’attenzione del Comandante generale dell’Arma e dei presenti è stata posta su due quadri di notevole pregio: lo “Sposalizio della Vergine” di Pietro Vanni (copia del XIX secolo) e il “Sacrificio di Polissena” di Domenico Corvi.

 

Naturalmente è stata visitata anche la mostra “Viterbo e la sua Custode – Capolavori ritrovati: opere del ‘600 a Palazzo dei Priori”. Vi sono esposte tre opere di particolare importanza della  pittura del Seicento a livello nazionale: L’Assunzione di Maria di Giovan Francesco Romanelli, l’Adorazione dei Magi di Cesare Nebbia e la Morte di Maria di Aurelio Lomi.

A conclusione della visita il generale Tullio del Sette, nel congedarsi,  ha omaggiato il sindaco Leonardo Michelini e l’assessore Raffaella Saraconi, con un presente.

Galleria fotografica a cura del fotoreporter Gianluca Belei.

Articoli consigliati