“CentesimiAmo?”, Anche l’ArciConfraternita del Gonfalone aderisce alla gara di solidarietà

Laura Ciulli

 

VITERBO – Santa Rosa continua ancora oggi a toccare  i cuori, a trasmettere il suo messaggio di  amore.

Quest’anno poi, l’utile e bella iniziativa di solidarietà promossa da Messaggeri Lux Rosae, Avis e Sodalizio dei Facchini. Si chiama “CentesimiAmo”, con la quale si sono raccolte monetine di tutte le taglie, proprio in quella brocca, che rappresenta il simbolo del miracolo della “brocca risanata”.

Piccoli e grandi hanno aderito a questa proposta  nel nome di Santa Rosa. Anche la l’Arciconfraternita del Gonfalone Araldi della Madonna del Carmelo. Proprio il priore Giancarlo Chiaravalli già facchino, anzi ciuffo di Santa Rosa alias Quintaletto”, ha depositato nella brocca ai piedi della bellissima “Gloria”, la macchina di Santa Rosa, davanti al sagrato del santuario a lei dedicato, la cifra raccolta dai confratelli e dai fedeli che visitano la chiesa di San Giovanni Battista detta del Gonfalone.

“Come devoti della nostra santa copatrona, abbiamo aderito con entusiasmo a questa gara di solidarietà – afferma il priore Franco Chiaravalli, vogliamo essere vicini a coloro che soffrono, proprio nel nome di Santa Rosa. Una bella iniziativa senza dubbio, che abbiamo sostenuto volentieri”.

 

 

 

 

 

Articoli consigliati