“Alfonso Talotta, Tracciati urbani, 1979/1980”, la presentazione del catalogo a Viterbo

Viterbo – Mercoledì 15 novembre alle 16,30, a Viterbo, all’Auditorium del centro culturale di Valle Faul, ci sarà la presentazione del catalogo “Alfonso Talotta, Tracciati urbani, 1979/1980”.

La pubblicazione, con il contributo della Fondazione Carivit, è stata curata dalle Edizioni Davide Ghaleb ed è illustrata, con un elegante bianco e nero, con foto e testi e presentazione di Gianni Garrera, critico d’ arte e docente di Estetica Teatrale nella scuola di teatro del teatro stabile di Napoli.

L’incontro sarà così strutturato: saluti di Mario Brutti, presidente della Fondazione Carivit; proiezione di un video, della durata di circa 11 minuti, con immagini sia delle azioni che hanno portato alla realizzazione dei “Tracciati urbani” che delle opere stesse, realizzato dalla giornalista Monica Di Lecce; intervento di Alfonso Talotta che attraverso curiosità, aneddoti e motivazioni più circostanziate narrerà tutta la vicenda riguardante questa sua particolare ricerca artistica; intervento del fotografo Francesco Biganzoli che racconterà alcune situazioni di quel periodo quando, poco dopo essere arrivato a Viterbo da Milano, nel 1977, condivideva con alcuni artisti viterbesi tra cui, appunto, Talotta, progetti e idee; intervento del pittore Pino Fochesato che tra la fine degli anni settanta e l’ inizio degli anni ottanta si è trovato spesso ad esporre con Alfonso Talotta che era alle sue prime mostre e che, soprattutto, è stato testimone attivo nella realizzazione di molti “Tracciati Urbani”, con il suo “Maggiolone” protagonista; intervento conclusivo del critico d’ arte Gianni Garrera che con il consueto taglio filosofico apporterà nuovi significati e nuove argomentazioni sul tema dei “Tracciati Urbani”.

Moderatrice la storica dell’arte Maria Elena Piferi.

Articoli consigliati